Pol. PODJGYM Avellino
Oggetto: COVIT-19 regole per  apertura palestra in base al Protocollo delle modalità di svolgimento degli allenamenti, in applicazione delle Linee-Guida ai sensi dell’art. 1, lettere f e g del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020.
Premesso che la pol.Podjgym Avellino, iscritta al Registro Nazionale del CONI per l’anno in corso ed affiliata alla: FIS (Scherma) – FISO (sport orientamento) – MSPItalia ( atletica e tiro con arco).
Visto che L’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha varato le linee guida per la ripresa delle attività sportive, prevista dal DPCM del 26 aprile 2020, a conclusione del lockdown conseguente all’emergenza epidemiologica. Le suddette linee guida si basano sulle indicazioni fornite dal CONI e dal CIP che si sono avvalsi di uno Studio elaborato dal Politecnico di Torino.
Pertanto Il sottoscritto Carmelo Alvino, Presidente della Pol.Podjgym Avellino,
in seguito alle riaperture, da parte delle istituzioni governative, al fine di riportare la normalità graduale delle attività sportive agonistiche e non agonistiche.
Chiede alla S.V. di voler autorizzare a riaprire la palestra per riprendere gli allenamenti delle attività sportive federali, con l’autorizzazione anche dell’ente Provincia che, in medesima data del protocollo di cui sopra autorizzò quanto richiesto, alla data che le autorità competenti concedano la riapertura delle palestre sul territorio.
La nostra Pol.Podjgym Avellino, ha stilato un protocollo per la ripresa degli allenamenti in conformità con le linee guida del CONI e della Federazione Medico sportiva per la prevenzione a tutela dei propri atleti e associati, delle modalità di svolgimento degli allenamenti, in

applicazione delle Linee-Guida ai sensi dell’art. 1, lettere f e g del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 delle attività sportive agonistiche e non agonistiche
Queste sono le modalità principali previste per la riapertura delle attività sportive della Pol.Podjgym Avellino secondo le linee come da allegato,
Disposizioni locali e suppellettili
Sede Palestra: via Scandone, 66 all’interno del Liceo Sportivo De Luca Avellino
Pulizia e sanificazione dei locali e suppellettili: Prima dell’inizio delle attività in modo giornaliero, nonché durante laddove si rende necessario, la palestra sarà igienizzata con lavaggio della pavimentazione con prodotti appositi di disinfestazione e gli attrezzi igienizzati con detergenti specifici.
L’ingresso in Palestra: sarà consentito a massimo 30 persone per volta.
Descrizione ambienti e suppellettili numero persone consentite per sala:
Sala Ingresso: saranno posizionati n.1 sanificatore mani;
Sarà utilizzata esclusivamente per il cambio Scarpe, potranno accedere in contemporanea max 2 persone distanza almeno metri uno tra loro;
Sala attrezzi: dimensioni metri 15x metri 5,50 , saranno posizionati n.2 sanificatore mani, nelle due estremità della sala . la sala è attrezzata con numero 14 macchine Fitness a postazione fissa, distanti tra le sedute degli utenti a circa 1 metro tra gli utilizzanti, e n.11 macchine cardio fitness a postazione fissa con alta dinamicità del movimento, distanti tra loro a meno di un metro tra gli utilizzatori);
Nella sala attrezzi, potranno accedere contemporaneamente max 10 persone compreso l’istruttore, distanza sicurezza da rispettare almeno metri 1,50- 1,80 a discrezione dell’intensità di lavoro. Si potranno utilizzare gli attrezzi in successione sempre garantendo una distanza minima di 2 metri tra gli atleti impegnati.
Sala 1 polifunzionale: dimensioni metri 15x metri 5,50 utilizzo per attività di scherma e di tiro con Arco), n. 1 sanificatore mani posto a centro sala. (Attrezzi presenti in sala n. 2 pedane Scherma da metri 12, n. 2
paglioni arco, piccoli attrezzi corpo libero per 15 persone);
Potranno accedere contemporaneamente max 7 persone compreso l’istruttore durante le attività di scherma e di 5 persone compreso l’istruttore per il tiro con arco, la distanza di sicurezza sarà gestita in base all’attività svolta e comunque mai inferiore a metri 1,80 tra gli atleti.
Durante le attività le distanze varieranno in base ai DPI utilizzati.
Sala 2 scherma: dimensioni metri 17x metri 7; n.1 sanificatore mani in posto al centro pedana. (Attrezzi presenti n.2 pedane da scherma metri 15, n. 2 paglioni di tiro con arco);
Potranno accedere contemporaneamente max 8 persone compreso l’istruttore, distanza sicurezza metri 1,50- 1,80.
Sala 3 tatami: dimensioni metri 9x metri 5,50; n.1 sanificatore mani posto all’ingresso. (Attrezzi presenti tatami metri 5 X metri 7, spalliera a muro doppia campata; n. 4 rowing, n. 15 step; n. 5 bosu; tutti spostabili);
Potranno accedere contemporaneamente max 6 persone compreso l’istruttore, distanza sicurezza metri 1,50- 1,80. Utilizzo per attività a corpo libero o con piccoli attrezzi in posizione statico.
Spogliatoi e servizi igienici:

Spogliatoi Uomini- composto da n.5 box servizi igienici con doccia; n.1 dispenser sapone a base alcolica; Potranno accedere contemporaneamente max 1 persona per volta.
Spogliatoi Donne- composto da n.5 box servizi igienici con doccia; Potranno accedere contemporaneamente max 1 persona per volta. N.1 Dispenser Sapone a base alcolica
Bagno di servizio Personale; Potranno accedere contemporaneamente max 1 persona per volta. Dispenser Sapone a base alcolica
Norme di comportamento Atleti, Istruttori, accompagnatori, ecc.
Gli atleti, gli Istruttori e tutti coloro che sono autorizzati ad accedere alla palestra potranno e/o dovranno raggiungere ed abbandonare la palestra con mezzo proprio, in caso di eventuali accompagnatori (genitori) che vogliono aspettare la fine delle lezioni, NON potranno accedere nei locali Palestra, ovvero potranno accedere solo per motivi di emergenza rispettando rigorosamente le disposizioni COVIT-19. Sotto riportate.
Gli accompagnatori, potranno attendere all’interno delle proprie autovetture senza passeggiare o soggiornare a piedi nel parcheggio antistante.
L’atleta, l’istruttore prima di entrare in Palestra dovrà aver già indossato la tuta sportiva per lo svolgimento dell’allenamento ad esclusione delle scarpe che dovranno essere indossate come sotto riportato.
L’atleta, l’istruttore si presenterà per la firma d’ingresso ponendo l’orario di entrata su apposito registro giornaliero, dove verrà, annotato la temperatura corporea e la saturazione dell’ossigeno, (nel caso risultasse la temperatura superiore a 37,2 e/o la saturazione inferiore a 90 non potrà accedere in palestra), anche in caso di presenta tosse, influenza o malori non definiti.
Detto registro sarà conservato per monitorare gli accessi in palestra ed eventuali concomitanze laddove si rendesse necessario per emergenza tipo rossa.
L’atleta, l’istruttore all’ingresso dovrà -obbligatoriamente- indossare mascherina monouso o anche di tipo lavabile e guanti monouso di propria proprietà;
In sala di attesa: senza dilungarsi, toglierà le scarpe, che le riporrà in un proprio sacchetto porta scarpe ed indosserà le scarpette sportive, all’uscita farà il contrario utilizzando un secondo porta scarpe per non inquinare le scarpette sportive al di fuori della palestra;
L’atleta, l’istruttore per nessuna ragione potrà usare gli spogliatoi; ovvero potrà accedere solo ai servizi igienici, se non vi è altra persona già all’interno degli stessi.
L’atleta effettuerà la vestizione tecnica direttamente nella sala allenamento, ogni atleta si posizionerà con la propria borsa in una singola postazione assegnata dalla direzione o dal responsabile di sala, dove nessun altro atleta potrà posizionare il proprio materiale schermistico, tutto il vestiario compreso giubbotti e cappotti, dovranno essere riposti all’interno del proprio borsone che dovrà poi essere richiuso,
è assolutamente vietato prestare, o scambiarsi l’abbigliamento tecnico divise, guanti, maschere ecc.
È vietato utilizzare le attrezzature della palestra senza autorizzazione del responsabile di sala, nel caso di utilizzi autorizzati, verrà comunicato come provvedere alla sanificazione dell’attrezzatura di sala.
Per coloro che non hanno in possesso l’attrezzatura potranno prenderla in noleggio dalla palestra.
L’atleta, l’istruttore Durante le fasi di attesa, le fasi passive e le fasi attive a basso sforzo: dovrà indossare la mascherina e tenersi a distanza di sicurezza di metri 2 dagli altri atleti.
L’atleta, l’istruttore durante gli assalti e la lezione tecnica, indosseranno al di sotto della maschera da scherma una mascherina o un passamontagna o un sotto casco (tipo sci o motociclista). Gli atleti prima di

ogni messa in guardia, e/o comunque dopo un minuto consecutivo di azione, sospenderanno l’assalto, i due contendenti si posizioneranno a distanza di almeno metri 4, è dovranno obbligatoriamente sollevare la maschera da scherma e la mascherina o passamontagna sottoposta per riprendere ossigeno ed idratarsi per il tempo che sarà ritenuto necessario. Per coloro che vorranno potranno inserire all’interno della maschera un foglio plastificato trasparente, (unico inconveniente che potrebbe essere soggetto ad appannamento). Per gli atleti in possesso della vecchia maschera di sciabola in plexiglas, sarà consentito l’uso della stessa in via eccezionale, per gli allenamenti a condizione che la maschera sia integra e che non presenti alcuna lesione.
L’atleta, durante l’assalto o la lezione in pedana, posizionerà la propria bottiglietta d’acqua o di energizzante in corrispondenza con il proprio fondo pedana, invece durante la fase di preparazione atletica o comunque non ad uso singolo della pedana, la bottiglietta verrà posizionata sopra la propria borsa dove nessun altro potrà e dovrà toccarla.
È assolutamente vietato correre senza ordine e sorveglianza dell’istruttore e/o di svolgere esercizi a fila indiana o comunque in scia con altre persone, alcuni esercizi così come gli assalti potranno essere svolti con i dpi necessari di prevenzione come sopra riportato, onde evitare che, chi sta dietro o indietreggia rischia di andare a contatto con l’esalazione dell’atleta che gli sta davanti o gli va incontro.
Sarà compito degli istruttori abbinare le attività motorie riducendo i rischi di trasmissione sui movimenti dinamici. Ed ad evitare le attività in scia.
Durante le attività sarà vietato ogni tipo di assembramento in tutti i luoghi interni ed esterni della palestra.
L’atleta, l’istruttore avrà l’obbligo di collaborare e di rispettare le regole sopra riportate nell’interesse suo e degli altri compagni di squadra, nonché di tutta la comunità.
È assolutamente vietato scambiarsi abbracci e/o strette di mano che verranno sostituite con il saluto schermistico anche senza arma.
L’atleta avrà cura degli attrezzi usati prima e dopo l’utilizzo, provvederà personalmente ad igienizzarli con i prodotti in uso in palestra sia prima che dopo l’utilizzo.
Avellino 11 maggio 2020 Il presidente Pol. podjgym Carm

Lascia un Commento

You must be logged in to post a comment.